News

Mediastudio al Salone del Mobile.Milano 2018

Mediastudio al Salone del Mobile.Milano 2018

Anche quest’anno il Salone del Mobile di Milano si è confermato un evento imperdibile.
Punto di riferimento per appassionati e non del mondo del design e dell’arredo di tutto il mondo.
La capacità di coinvolgimento e la forza attrattiva del Salone hanno registrato il record di presenze: 434509 in soli 6 giorni. Visitatori da 188 paesi diversi, hanno contribuito ad un incremento del 17% rispetto all’edizione 2016 e del 26% rispetto a quella del 2017.
“Siamo molto orgogliosi del successo della manifestazione e della qualità degli operatori venuti a questa edizione che ci hanno confermato che il Salone del Mobile è il punto di riferimento di tutto il mondo. Un momento unico, in cui impresa e cultura diventano modello virtuoso di un’Italia che funziona, dove sistema industriale e istituzioni procedono a passo sincrono in nome di un fine comune”, commenta il presidente del Salone del Mobile Claudio Luti.


Un evento che rappresenta uno dei motori dell’economia italiana, grazie al rapporto tra impresa, città e territorio che riesce a creare ad ogni edizione.
1841 espositori, di cui il 27% da 33 paesi, a cui si aggiungono i 650 designer under 350 del SaloneSatellite.
Tante novità, eventi e presentazioni per l’attesa biennale Eurocucina 2018, dove la cucina conviviale vissuta in continuità con il living, si conferma una delle tendenze più richieste. Grande attenzione all’estetica ma soprattutto alla pulizia delle linee e del design, pensati per rendere la vita in cucina più semplice e pratica.


Anche il Fuorisalone si conferma come uno degli eventi più importanti al mondo tra quelli dedicati a design, architettura e arredamento. Durante la Milano design week si sono svolti oltre 1000 eventi tra cui feste, mostre, concerti ed esibizioni artistiche. Le zone che hanno da sempre suscitato maggiore interesse e affluenza sono Via Tortona, la zona di Brera e di Ventura.


L’auspicio di Manuele Orsini, Presidente di Federlegno Arredo, è che il successo del Salone del Mobile dia ulteriore slancio alla crescita delle aziende italiane, che sono pronte ad affrontare le sfide dei mercati con grande vigore.